Le Crepes

Un ricordo di gioventù delle estati post diploma, è quello delle serate fra amici passate a ridere e scherzare. Durante quelle serate non poteva mancare qualcosa da mangiare. Di norma si optava per la rosticceria, i cornetti o per qualche piatto all’altezza delle nostre capacità culinarie: pasta aglio, olio e peperoncino o le crepes. Queste ultime, appunto, non richiedevano nessuna particolare preparazione culinaria, praticamente perfette per dei ragazzi impegnati in per le prime volte in cucina…Il risultato era comunque più che goloso nella loro versione dolce. Esatto, proprio nella “versione” visto che questa delizia si presta perfettamente sia a preparazioni dolci che salate (così come le abbiamo gustate noi in famiglia). Vediamo i pochissimi ingredienti necessari per la preparazione.


________________      Ingredienti per 4 persone      ________________

 

500 ml di latte
2 uova
250 grammi di farina

________________                Procedimento               ________________

 

 

Per preparare le crepes, sarà sufficiente rompere le uova in una boule, con una frusta iniziare a sbatterle quindi versare, poco alla volta, il latte continuando a mescolare. Versiamo la farina a pioggia e continuiamo a sbattere il composto con la frusta.

 

Ottenuta una pastella liscia e senza grumi, copriamo la boule con della pellicola e facciamo riposare il tutto in frigo per un’oretta. Trascorso il tempo di riposo, tiriamo fuori la boule dal frigo e mescoliamo ancora un po’ con la frusta. Mettiamo una padella su fuoco medio ed appena sarà ben calda, ungiamola con un foglio di carta assorbente passato sul burro quindi versiamo un mestolo di pastella e facciamo roteare la padella per distribuirla su tutta la superficie. Facciamo cuocere per 3′-4′ per lato quindi cominciamo ad impilare le crepes in modo da tenerle al calde.

________________   Consigli per la mise en place   ________________

Che si decida di optare per la versione dolce o per quella salata, la cosa importante di una crepes, prima di essere servita, è che venga piegata a “portafoglio” ovvero va condita, poi piegata a metà e nuovamente in due.

Buon appetito!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *