Pesto

La scorsa settimana sono stato a cena da amici ed oltre alla piacevole serata trascorsa un po’ a chiacchierare ed un po’ ad inseguire mio figlio che scappava a destra ed a manca, ho rimediato un bel po’ di basilico fresco ed altrettanto di rucola appena colta. Avendo questi prodotti così freschi, non ho potuto resistere dall’utilizzarli immediatamente e così, appena sveglio, ho subito preparato col basilico un pesto veloce veloce e, con la rucola, un’insalatina ed un antipasto (che pubblicherò più avanti). Il pesto è, per me, una salsa molto duttile e mi piace usarlo non solo come condimento della pasta, ma anche in diversi piatti. Più avanti vedremo qualche esempio…Ora vediamo come preparo il mio pesto che differisce un po’ dalla ricetta originale genovese.


Ingredienti:

100 grammi di basilico fresco
50 grammi di pecorino romano
30 grammi di mandorle
1 spicchio d’aglio
150 grammi di olio e.v.o.
Sale q.b.

Procedimento:
 
Laviamo delicatamente le foglie di basilico e mettiamole ad asciugare su di un canovaccio pulito. Quando saranno ben asciutte, mettiamole in un mixer unitamente al formaggio, alle mandorle ed allo spicchio d’aglio. Tritiamo il tutto finemente quindi aggiungiamo l’olio ed il sale. Facciamo emulsionare per bene la salsa fin quando tutti gli ingredienti non saranno ben amalgamati fra loro.
 
Consigli:

Le varianti sono non poche ad esempio, potete utilizzare anche le noci al posto o in aggiunta alle mandorle, potete sostituire il pecorino col parmigiano o optare per un mix dei due, la ricetta originale prevederebbe la patata che potete decidere se aggiungere o meno, se vi piace un tocco piccante, potete aggiungere un po’ di peperoncino fresco ed infine, se volete dare una sfumatura diversa al vostro pesto, potete aggiungere un pomodoro…lasciate libero sfogo alla fantasia, le ricette esistono per essere personalizzate e non seguite alla lettera, devono servire da ispirazione. 
Cosa importante, quando conserverete il pesto nei barattoli, ricordate di coprirlo completamente d’olio e di conservarlo in frigo.

Buon appetito!!!!!





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *