Spigola scottata con crema di peperoni ed agrodolce di Tropea al rabarbaro

Nella continua ricerca di varianti appetitose per far mangiare il pesce a mia moglie (ma non dovrei far più fatica con mio figlio?), ho deciso di inventarmi questa ricetta utilizzando un ingrediente che a lei piace molto e cioè il peperone. Il pesce leggermente scottato in modo da rimanere morbidissimo e condito semplicemente con sale e pepe, una crema delicata ma corposa e ricca di gusto ma che non prevale sugli altri ingredienti, un agrodolce delicato anche per via degli ingredienti utilizzati per un piatto completo e gustoso. Che dire, non vi posto la foto del piatto di Samanta alla fine per pasto perché non è il caso ma vi assicuro che era bello pulito…Provare per credere!


________________      Ingredienti per 4 persone      ________________

 

8 filetti di spigola
2 peperoni rossi
1 cipolla rossa di Tropea
1 costa di rabarbaro
2 cucchiaini di capperi
2 spicchi d’aglio
1/2 bicchiere di vino rosso
2 cucchiaini di zucchero di canna
1 mazzetto di prezzemolo
Sale, pepe, peperoncino ed olio e.v.o. q.b.

________________                Procedimento               ________________

 

 

Iniziamo la preparazione della nostra spigola con crema di peperoni ed agrodolce di Tropea al rabarbaro, tagliando in due i peperoni dopo averli lavati e privandoli dei semi, ed adagiandoli su di una teglia foderata di carta forno. Inforniamoli, quindi, in forno preriscaldato a 230° per 30′. Nel frattempo, tagliamo a rondelle la cipolla e facciamola appassire con un cucchiaio d’olio ed un pizzico di sale a fiamma dolce. Appena pronta, aggiungiamo i capperi e la costa di rabarbaro tagliata a tocchetti. Alziamo leggermente la fiamma e facciamo cuocere per 3′.

 

 

Sfumiamo col vino ed appena tutto l’alcool sarà evaporato, aggiungiamo lo zucchero di canna e lasciamo cuocere per 2′. Appena pronto e caramellato, togliamo dal fuoco e mettiamo da parte.

Sforniamo i peperoni, lasciamo freddare dentro una busta (piccolo trucco per spellarli più facilmente) quindi spelliamoli e mettiamoli dentro un contenitore. Aggiungiamo il prezzemolo, sale, pepe e peperoncino, un cucchiaio di olio e frulliamo con l’aiuto di un frullatore ad immersione. Appena avremo ottenuto una salsa liscia e vellutata, mettiamola da parte.

Tagliamo i filetti di spigola in due in modo da avere dei tranci uniformi e più gradevoli alla vista nella presentazione. Saliamoli e pepiamoli e lasciamo insaporire. Nel frattempo, nella stessa padella dove abbiamo preparato l’agrodolce di cipolle, rabarbaro e capperi, mettiamo un cucchiaio d’olio e due piccoli spicchi d’aglio in camicia. Facciamo rosolare leggermente l’aglio quindi cuociamo i filetti di spigola. Adagiamoli sula padella dalla parte della pelle e teniamoli fermi un istante con la mano per evitare che si arriccino. Appena la pelle diverrà croccante e la carne avrà preso colore, giriamo i filetti e terminiamone la cottura lasciandoli un minuto a cuocere. siamo pronti per impiattare.

________________   Consigli per la mise en place   ________________

Versiamo un cucchiaio di salsa leggermente decentrato sul piatto, adagiamo la punta del cucchiaio al centro della salsa e descriviamo una curva in modo da avere un effetto a “goccia” nel piatto finito. Adagiamo due tranci di filetto sovrapposti accanto la salsa con la pelle rivolta verso l’alto. Completiamo il piatto con un cucchiaio di agrodolce di cipolla, rabarbaro e capperi versato sopra il pesce e decoriamo con qualche rametto di prezzemolo.

Buon appetito!!!!!





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *