Spigola scottata con crema di peperoni ed agrodolce di Tropea al rabarbaro

Spigola scottata con crema di peperoni ed agrodolce di Tropea al rabarbaro

Nella continua ricerca di varianti appetitose per far mangiare il pesce a mia moglie (ma non dovrei far più fatica con mio figlio?), ho deciso di inventarmi questa ricetta: Spigola scottata con crema di peperoni ed agrodolce di Tropea al rabarbaro, utilizzando un ingrediente che a lei piace molto e cioè il peperone. Il pesce leggermente scottato in modo da rimanere morbidissimo e condito semplicemente con sale e pepe, una crema delicata ma corposa e ricca di gusto ma che non prevale sugli altri ingredienti, un agrodolce delicato anche per via degli ingredienti utilizzati per un piatto completo e gustoso. Che dire, non vi posto la foto del piatto di Samanta alla fine per pasto perché non è il caso ma vi assicuro che era bello pulito…Provare per credere!


      Ingredienti per 4 persone      

 
 

8 filetti di spigola
2 peperoni rossi
1 cipolla rossa di Tropea
1 costa di rabarbaro
2 cucchiaini di capperi
2 spicchi d’aglio
1/2 bicchiere di vino rosso
2 cucchiaini di zucchero di canna
1 mazzetto di prezzemolo
Sale, pepe, peperoncino ed olio e.v.o. q.b.

                 Procedimento               

 
 

 

Iniziamo la preparazione della nostra spigola con crema di peperoni ed agrodolce di Tropea al rabarbaro, tagliando in due i peperoni dopo averli lavati e privandoli dei semi, ed adagiandoli su di una teglia foderata di carta forno. Inforniamoli, quindi, in forno preriscaldato a 230° per 30′. Nel frattempo, tagliamo a rondelle la cipolla e facciamola appassire con un cucchiaio d’olio ed un pizzico di sale a fiamma dolce. Appena pronta, aggiungiamo i capperi e la costa di rabarbaro tagliata a tocchetti. Alziamo leggermente la fiamma e facciamo cuocere per 3′.

 

 

 

 

Sfumiamo col vino ed appena tutto l’alcool sarà evaporato, aggiungiamo lo zucchero di canna e lasciamo cuocere per 2′. Appena pronto e caramellato, togliamo dal fuoco e mettiamo da parte.

 
 
 

Sforniamo i peperoni, lasciamo freddare dentro una busta (piccolo trucco per spellarli più facilmente) quindi spelliamoli e mettiamoli dentro un contenitore. Aggiungiamo il prezzemolo, sale, pepe e peperoncino, un cucchiaio di olio e frulliamo con l’aiuto di un frullatore ad immersione. Appena avremo ottenuto una salsa liscia e vellutata, mettiamola da parte.

Tagliamo i filetti di spigola in due in modo da avere dei tranci uniformi e più gradevoli alla vista nella presentazione. Saliamoli e pepiamoli e lasciamo insaporire. Nel frattempo, nella stessa padella dove abbiamo preparato l’agrodolce di cipolle, rabarbaro e capperi, mettiamo un cucchiaio d’olio e due piccoli spicchi d’aglio in camicia. Facciamo rosolare leggermente l’aglio quindi cuociamo i filetti di spigola. Adagiamoli sula padella dalla parte della pelle e teniamoli fermi un istante con la mano per evitare che si arriccino. Appena la pelle diverrà croccante e la carne avrà preso colore, giriamo i filetti e terminiamone la cottura lasciandoli un minuto a cuocere. siamo pronti per impiattare.

           Consigli per la mise en place   

 

Versiamo un cucchiaio di salsa leggermente decentrato sul piatto, adagiamo la punta del cucchiaio al centro della salsa e descriviamo una curva in modo da avere un effetto a “goccia” nel piatto finito. Adagiamo due tranci di filetto sovrapposti accanto la salsa con la pelle rivolta verso l’alto. Completiamo il piatto con un cucchiaio di agrodolce di cipolla, rabarbaro e capperi versato sopra il pesce e decoriamo con qualche rametto di prezzemolo.

Buon appetito!!!!!





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.