Pasta ca n’ciova e a muddica atturrata

Pasta ca n’ciova e a muddica atturrata

 

Lo ammetto, il nome di questo piatto è quello originale palermitano ma, aldilà della difficoltà nella comprensione/lettura dello stesso, sappiate che si tratta di un primo a base di concentrato di pomodoro, acciughe salate e pangrattato abbrustolito. Un piatto tipico, come dicevo, fatto da ingredienti semplici e nato nel periodo in cui dal sud si migrava al nord e si faceva scorte di conserve. Ai giorni nostri si è trasformato in un piatto della tradizione, dal gusto deciso e ricco completato alla perfezione dal concentrato di pomodoro (u strattu di pomodoro ndrCasa Morana. Ma vediamo subito cosa necessita per preparare questo primo tradizionale.


      Ingredienti per 4 persone    

 

400 grammi di pasta tipo margherita
1/2 cipolla rossa
150 grammi di pangrattato
6 filetti di acciuga sotto sale
200 grammi di concentrato di pomodoro Casa Morana
2 cucchiai di uva passa e pinoli
Sale, pepe ed olio e.v.o. q.b.

 

              Procedimento            

 
 
 

 

Per iniziare la preparazione della pasta ca n’ciova e a muddica atturrata, dobbiamo mettere in un padellino un cucchiaio d’olio ed il pangrattato con un pizzico di sale e pepe. Facciamo cuocere a fiamma bassa mescolando continuamente con un cucchiaio di legno e, quando avrà raggiunto un bel colore ambrato, spegniamo e trasferiamola in un contenitore per evitare che il calore residuo del padellino la bruci. Mettiamola da parte e continuiamo con la preparazione.

 

 
 

 

 

Affettiamo la cipolla molto sottile e facciamola appassire, a fiamma dolce, con un cucchiaio d’olio. Appena pronta, abbassiamo la fiamma al minimo, aggiungiamo i filetti di acciuga precedentemente sciacquati e facciamoli sciogliere delicatamente mescolando fino a quando non avranno raggiunto la consistenza di una cremina.

 

Mettiamo a cuocere la pasta in abbondante acqua salta per il tempo indicato nella confezione. Nel frattempo, la base del condimento dovrebbe essere pronta, aggiungiamo il concentrato di pomodoro Casa Morana e bagniamo con un mestolo di acqua di cottura facendo cuocere a fiamma dolce.

 

Uniamo l’uva passa ed i pinoli e mescoliamo per far si che il concentrato di pomodoro Casa Morana si sciolga piano piano. Aggiungiamo poco alla volta altra acqua e facciamo cuocere fino a quando non avremo raggiunto la consistenza desiderata (non deve essere liquida ma cremosa). Scoliamo la pasta ed uniamola al condimento mantecando per un paio di minuti lontano dal fuoco. Prepariamoci a servire.

 

   Consigli per la mise en place   

 

Adagiamo la pasta al centro del piatto, irroriamo con un paio di cucchiai di sugo e completiamo con una spolverata di pangrattato tostato.

Buon appetito!!!!!





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.