Tajine d’agnello

Quest’oggi ho voluto cimentarmi con profumi, ingredienti, cotture e pentole che non appartengono alla nostra tradizione culinaria. Grazie allo splendido Tajine della Società Artigiana Vasai, ho deciso di preparare un piatto marocchino, ricco e corposo con profumi e spezie che ci riportano con la mente al Nord Africa. E’ una pietanza che richiede tempo ma che, sicuramente, non vi deluderà. Se non vi piace l’agnello, potete sostituirlo col pollo mantenendo invariati tempi e passi. A proposito di passi, vediamo quali seguire per preparare quest’ottimo piatto.

________________      Ingredienti per 4 persone      ________________

 

1 Kg di agnello
250 grammi di riso basmati
1 litro di brodo vegetale
150 grammi di prugne secche
20 grammi di miele
1 arancia
1/2 cipolla
1 cucchiaio di pinoli
Sale, pepe ed olio e.v.o. q.b
1 cucchiaino di cumino
2 cucchiaini di curcuma
1 cucchiaino di paprika dolce
1 peperoncino fresco

________________                Procedimento               ________________

 

Iniziamo col preparare il brodo vegetale. In una pentola mettiamo 1,5 litri d’acqua, carote, sedano e cipolle tagliati grossolanamente e facciamo bollire per 15′-20′. Nel frattempo, ricaviamo il succo dalla nostra arancia e lasciamo che ci si reidratino le prugne per almeno un’ora. Tritiamo finemente la cipolla e facciamola dorare sul Tajine della Società Artigiana Vasai con un filo d’olio.

 

 

Appena la cipolla sarà pronta, aggiungiamo l’agnello e facciamolo rosolare per 5′ quindi aggiungiamo il peperoncino privato dei semi e tagliato a striscioline, 1 cucchiaino di curcuma, il cumino, il sale ed il pepe. amalgamiamo per bene le spezie e la carne quindi copriamo col brodo che, nel frattempo, sarà pronto. Copriamo il Tajine col coperchio e lasciamo cuocere per 1h e 30′.

 

 

Mentre l’agnello cuoce, mettiamo sul fuoco un padellino quindi mettiamoci i pinoli e facciamoli tostare per 1′ avendo cura di toglierli dalla stessa per evitare che il calore latente della padella possa continuare ad abbrustolire i pinoli bruciandoli. 20′ prima del termine della cottura dell’agnello, scoliamo le prugne ed aggiungiamole al Tajine unitamente al miele, mescoliamo, copriamo e lasciamo che termini la cottura.

 

 

Mettiamo il riso in una pentola e copriamolo a filo con il brodo avanzato, uniamo la paprika e la restante curcuma, un po’ di sale e facciamo cuocere. Appena il riso inizierà ad assorbire il liquido di cottura, iniziamo a mescolare e terminiamo appena non ne sarà rimasto più ed il riso risulterà cremoso. Possiamo preparaci per l’impiattamento.

 

________________   Consigli per la mise en place   ________________

 

Distribuiamo su di una metà del piatto il riso e nell’altra l’agnello completando il piatto con qualche pinolo tostato.
Portiamo in tavola il Tajine della Società Artigiana Vasai con l’agnello avanzato e coperto in modo che si mantenga caldo e ciascun commensale si possa servire da solo.
Per rispettare lo stile e l’etnia del piatto preparato, apparecchiamo la utilizzando le stoviglie della Società Artigiana Vasai avendo cura di mettere in tavola anche le coppe per il vino e la caraffa che aiuterà a tenere a temperatura sia l’acqua che il vino.

Serviamo ben caldo e Buon appetito!!!!!





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *