Filet mignon lardellato con salsa ai funghi porcini su crema di patate al rosmarino – Oggi cucina…Emanuele

Oggi ci lasceremo tentare dal filet mignon di Emanuele. Una nuova ricetta inviataci per consentirvi di gustare questa prelibatezza.  E voi cosa aspettate? Inviateci le vostre ricette, vi aspettiamo!!!!
Ma vediamo i passaggi necessari per realizzarlo.

Ingredienti per 2 persone
Per il filetto:

 

2 porzioni di filetto spesse 3 dita
50 grammi di lardo a fettine o bacon crudo a fettine
1 noce di burro
Per la salsa:
 
20 grammi di funghi porcini secchi
400 ml di latte di cocco
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano
1 cucchiaino di curry
Peperoncino secco in polvere e sale q.b

Per la crema di patate:

4 patate piccole
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano
Latte, rosmarino secco macinato e sale q.b.

 

Procedimento:
 
Il filetto è la parte più tenera del vitello, ma anche la parte meno saporita, quindi è d’obbligo accompagnarlo con una salsa dal sapore forte, come quella ai funghi porcini. Le patate poi sono un perfetto contorno da abbinare.

 

Per prima cosa prepariamo la salsa e la crema: prendete i funghi secchi e rompeteli con le mani in piccoli pezzi, metteteli in un pentolino e coprite a filo con dell’acqua calda. Lasciateli ammollo per almeno 15 minuti, nel frattempo bollite le patate. Quando saranno cotte togliete la buccia e passatele in uno schiacciapatate, mettete la purea in un pentolino, aggiungete il parmigiano, una spolverata di rosmarino e un po di latte. Mescolate e continuate ad aggiungere latte fino ad ottenere un purè dalla consistenza cremosa, tendente al fluido. Tenete il purè in caldo e dedicatevi alla crema. Una volta che i funghi si saranno ammorbiditi ponete il pentolino sul fuoco e fateli cuocere per 5 minuti nella loro stessa acqua, dopo aggiungete il latte di cocco, il parmigiano, il curry e un pizzico di peperoncino. Fate cuocere il tutto senza coperchio, mescolando ogni tanto, finché non si sarà ridotto ad una crema. Aggiustate di sale e ponete la crema da parte in caldo. Preparate il filetto dandogli una forma tonda ed avvolgendolo con 2-3 fette di lardo o bacon. Prendete dello spago da cucina e fate 3 giri ben stretti fermandolo poi con un nodo. Ora arriva la parte difficile, ovvero la cottura del filetto: per sua natura il filetto è molto morbido, quindi è preferibile non mangiarlo troppo cotto perché diventerebbe stopposo al palato. Purtroppo non ci sono dei tempi di cottura universali, tutto dipende dal grado di cottura desiderato e dalla dimensione del filetto, l’unica cosa sicura è che il primo passo da fare è procedere alla “sigillatura” della carne: scaldate una piastra, sciogliete una noce di burro e ponete i filetti a cuocere a fiamma alta per 2 minuti da un lato, dopo voltateli e procedete altri 2 minuti per il secondo lato. Una volta sigillate le due estremità, bisogna cuocere il lardo/bacon presente attorno, quindi girate i filetti in verticale e proseguite la cottura, rigirando costantemente la carne fino ad ottenere una crosta croccante lungo tutta la circonferenza. Gli amanti della carne molto al sangue possono anche fermarsi qui, mentre chi vuole proseguire la cottura deve cuocere il filetto per altri 4-5 minuti per lato a fiamma bassa per ottenere una cottura media (questi tempi si riferiscono ad una porzione di filetto medio grande, come da foto). Al termine della cottura far riposare la carne 2 minuti e togliere lo spago attorno.
 

Consigli per la mise en place:

Versate la crema di patate su un piatto piano e battetelo fino a distribuirla uniformemente. Adagiate al centro il filetto e versate sopra di esso e al lato del piatto 2-3 cucchiai di salsa. La salsa rimanente può essere versata in una salsiera e messa in tavola a disposizione dei commensali.


Buon appetito!!!!!




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *