Orata scottata su letto di cime di rapa e macco di fave

Orata scottata su letto di cime di rapa e macco di fave

Orata e macco di fave, due ingredienti che insieme sembra non abbiano nulla in comune ma provate ad assaggiarli insieme aggiungendo quel tocco di acidità al boccone che solo la cima di rapa può restituirvi, ne rimarrete piacevolmente colpiti, vedrete. Un secondo facile facile da preparare ma che restituirà un effetto da piatto gourmet che richiede complesse fasi di assemblaggio. Provate a portarlo in tavola quando avrete ospiti, farete sicuramente un figurone! Curiosi? Diamo un occhio all’occorrente necessario per preparare questo piatto.

Ingredienti per 4 persone

 

4 filetti di orata
100 gr di fave secche
1 spicchio d’aglio
½ cipolla
1 costa di sedano
Peperoncino q.b.
Sale, pepe ed olio e.v.o. q.b.

Procedimento

La preparazione dell’Orata scottata su letto di cime di rapa e macco di fave è molto semplice. Iniziamo col preparare il macco mettendo le fave (tenute una notte a bagno) in un pentolino quindi aggiungiamo la cipolla tritata, il sedano tagliato a cubetti e riempiamo d’acqua fino a superare le fave di circa due dita. Accendiamo il fuoco e facciamo cuocere, a fiamma dolce, per circa 40′ e comunque fino a quando le fave non cominceranno a sfaldarsi. Trascorso il tempo di cottura, frulliamo il tutto con l’aiuto di un frullatore ad immersione quindi regoliamo di sale e pepe ed aggiungiamo due cucchiai d’olio quindi continuiamo ad emulsionare col frullatore fino ad ottenere una crema liscia e vellutata che metteremo da parte.

Laviamo e puliamo le cime di rapa quindi mettiamo in una padella uno spicchio d’aglio, un pezzetto di peperoncino ed un cucchiaio d’olio e facciamo dorare a fiamma dolce. Appena l’aglio avrà preso colore, aggiungiamo le cime di rapa precedentemente sbollentate per 5′ in acqua bollente e saltiamole per 2′ salando leggermente. Mettiamo anche queste da parte.

Terminata la preparazione delle cime di rapa, possiamo dedicarci al pesce. Tagliamo a trancetti, pressoché della stessa dimensione, i filetti di orata quindi saliamoli, pepiamoli ed ungiamoli con un filo d’olio e scottiamoli su di una padella antiaderente calda inizialmente dalla parte della pelle girandoli, appena la carne avrà iniziato a prendere colore, per completarne la cottura.

Siamo pronti per impiattare.

Consigli per la mise en place

Per presentare questo secondo, ho scelto un piatto blu che ricorda il mare. Al centro mettiamo un paio di cucchiai di macco di fave quindi, con l’aiuto di una pinza da cucina, adagiamoci sopra un nido di cime di rapa. Completiamo il piatto con due tranci di orata e decoriamo con le punte delle rape. Un filo d’olio a crudo prima di servire ed il piatto è pronto.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *