Pappardelle fresche al profumo di scoglio su nero di seppia

Pappardelle fresche al profumo di scoglio su nero di seppia e tartare di gamberone

Un primo che sa di mare, saporito, fresco e ricco di gusto. Pochi ingredienti ma ben miscelati ci guideranno verso un piacere gastronomico d’eccellenza. Crostacei e molluschi si uniscono al ciliegino per un condimento semplice ma irresistibile. Il piatto viene completato da una salsa al nero di seppia e da una tartare di gamberone che da quello sprint in più al piatto tutto da provare. Vediamo cosa ci occorre per preparare questo piatto squisito.

Ingredienti per 4 persone

 

12 gamberoni
400 gr di pasta fresca
12 coralli di capasanta
15 pomodorini ciliegino
2 spicchi d’aglio
½ bicchiere di vino bianco
Prezzemolo q.b.
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
4 sacche di nero di seppia
Sale, pepe ed olio e.v.o. q.b.

Procedimento

Prepariamo le Pappardelle fresche al profumo di scoglio su nero di seppia partendo dal condimento. Puliamo i gamberoni privandoli del carapace delle teste, che terremo da parte, e del budello. Teniamo 4 gamberoni da parte e tagliamo a pezzi grossolani i  restanti. Facciamo lo stesso con i coralli di capasanta quindi mettiamo il tutto su di una padella antiaderente nella quale avremo preriscaldato un filo d’olio con uno spicchio d’aglio. Saliamo e pepiamo e saltiamo il tutto fino a quando non avrà preso appena colore quindi togliamo dal fuoco e mettiamo da parte. Facciamo dorare un altro spicchio d’aglio unitamente ad un cucchiaio d’olio ed ad un po’ di prezzemolo nella stessa padella utilizzata in precedenza quindi mettiamo le teste dei gamberoni.

Tritiamo finemente i gamberoni messi da parte e condiamoli con olio, sale e pepe e teniamoli da parte.

Schiacciamo le teste dei gamberoni in modo da farne uscire tutti i succhi che creeranno una cremina. Sfumiamo col vino ed appena tutto l’alcool sarà evaporato, togliamo le teste, il prezzemolo e l’aglio e facciamo saltare i ciliegini tagliati in quattro con un pizzico di sale in modo che rilascino il loro succo. Lasciamoli cuocere per 2′ quindi aggiungiamo i gamberoni ed i coralli preparati in precedenza, aggiustiamo di sale e pepe e, se necessario, un mestolo di acqua e facciamo insaporire per 1′ quindi mettiamo da parte.

Mettiamo a cuocere la pasta fresca, che avremo provveduto a stendere ed a tagliare secondo i nostri gusti, in abbondante acqua salata.

E’ il momento di preparare la base di nero di seppia. Personalmente preferisco che tutti i sapori degli ingredienti e delle basi preparate non vadano persi quindi continuo ad utilizzare la stessa padella senza pulirla. Mettiamo il concentrato di pomodoro nella padella ed aggiungiamo due mestoli di acqua di cottura e facciamolo sciogliere a fiamma media. Se dovesse risultare troppo denso, aggiungiamo altra acqua. Quando il concentrato si sarà sciolto completamente, aggiungiamo le sacche di nero di seppia e facciamole aprire schiacciandole leggermente. Mescoliamo in modo da far diventare nera tutta la salsa e lasciamo insaporire per 2′. Nel frattempo, scoliamo la pasta e mantechiamola con il condimento preparato in precedenza.

Siamo pronti per impiattare.

Consigli per la mise en place

Sul fondo del piatto mettiamo una base di salsa al nero di seppia quindi, con l’aiuto di una pinza da cucina ed un mestolo, arrotoliamo una porzione di pasta ed adagiamola sul nero di seppia. Aggiungiamo un po’ di condimento e completiamo il piatto con una cucchiaiata di tartare di gamberone ed un filo d’olio.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *