Tagliatelle fresche datterino e fiori di zucca

Tagliatelle fresche datterino e fiori di zucca

Trascorse le vacanze, ci rimettiamo ai fornelli ma con il caldo che ancora ci soffoca, la cosa migliore da fare è preparare qualcosa di fresco e leggero. Per chi proprio non riesce a rinunciare alla pasta, ecco un primo pensato e fatto, uno di quelli che prepari velocemente con pochi ingredienti freschissimi e deliziosi come i datterini ed i fiori di zucca. A me piace fare la pasta in casa quindi ho pensato di abbinare delle tagliatelle fatte al momento ma si può tranquillamente utilizzare della classica pasta secca del formato a voi più congeniale. Vediamo adesso quali ingredienti occorrono e come procedere.

Ingredienti per 4 persone

 

400 gr di pasta fresca
1 cipolla
10 filetti di alici
12 fiori di zucca
10 pomodorini datterino
Sale, pepe ed olio e.v.o. q.b.

Procedimento

Per preparare le Tagliatelle fresche datterino e fiori di zucca, dobbiamo iniziare col tritare finemente la cipolla su di un tagliere(clicca per un tagliere multiuso su Amazon). Mettiamola in un saltapasta (clicca per un saltapasta robusto e conveniente su Amazon) e facciamola imbiondire, a fiamma dolce, unitamente ad un cucchiaio d’olio. Appena avrà preso colore, aggiungiamo i filetti di alici ed abbassiamo la fiamma al minimo in modo da far sciogliere questi ultimi.

Appena la basa sarà pronta, alziamo la fiamma ed aggiungiamo i datterini tagliati in precedenza a metà, saliamo leggermente in modo da far perdere l’acqua ai pomodorini e facciamoli saltare per un paio di minuti. Nel frattempo, tagliamo i fiori di zucca a julienne, scoliamo la pasta al dente tenendone da parte l’acqua ed uniamola al condimento. Aggiungiamo i fiori di zucca, un mestolo di acqua di cottura ed un po’ d’olio. Saltiamo il tutto in modo da amalgamare per bene tutti gli ingredienti ed appena la pasta sarà ben mantecata, prepariamoci per servire.

Consigli per la mise en place

Con l’aiuto di una pinza da cucina (clicca per una pinza versatile su Amazon), creiamo tre piccoli nidi che adageremo al centro del piatto, con un cucchiaio aggiungiamo un po’ di condimento quindi completiamo il piatto con qualche filo di fiore di zucca tenuto da parte in precedenza, una macinata di pepe ed un filo d’olio.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!




Tartare di manzo con crema di gorgonzola

Tartare di manzo con crema di gorgonzola

La scelta degli ingredienti è fondamentale e l’utilizzo di materie prime di assoluta qualità fanno di un piatto un gran piatto donando un sapore unico ed indimenticabile. Quando  prepariamo un piatto fresco e gustoso come una tartare di manzo con crema al gorgonzola, perfetto per un antipasto estivo, ecco che quanto detto prima viene assolutamente ribadito e sottolineato visto che la ricetta prevede l’utilizzo di ingredienti crudi (carne e tuorlo d’uovo). Dobbiamo strizzare  l’occhio alle consistenze visto che la nostra memoria verrà influenzata principalmente dalle note croccanti ed ecco perché abbiamo optato per il Sale Australiano Murray River (clicca per descrizione e prezzo su Amazon) in fiocchi croccanti e per la senape all’antica in grani piacevoli al palato. Ultima note croccante, non solo decorativa, è il pane Carasau. Insomma, un antipasto velocissimo e gustoso assolutamente da provare. Vediamo cosa ci occorre.

Ingredienti per 4 persone

 

600 gr di carne di manzo di primo taglio
2 cucchiai di senape all’antica in grani
Sale Australiano Murray River e pepe q.b.
1 limone
2 cucchiai di salsa Worcester
2 cucchiai di olio e.v.o.
4 uova fresche bio
Pane Carasau q.b.
150 gr di gorgonzola
3 cucchiai di latte
Erba cipollina q.b.

Procedimento

Per preparare la Tartare di manzo con crema di gorgonzola, dobbiamo iniziare col tritare  la carne. Stendiamo sul tagliere il nostro tocco di manzo e iniziamo a tagliarlo a striscioline. Quando avremo terminato, iniziamo a ricavare dei cubetti dalle striscioline che metteremo in una boule.

Uniamo il sale al pepe, quindi aggiungiamo la senape, la salsa Worcester, il succo di limone e l’olio ed amalgamiamoli per bene. Uniamo la marinatura alla carne e mescoliamo energicamente in modo che penetri bene tra le fibre. Mettiamo quindi da parte.

Prepariamo adesso la crema di gorgonzola. Tagliamo il formaggio a cubi e mettiamolo in un pentolino unitamente al latte, accendiamo la fiamma e mettiamola al minimo. Mescoliamo continuamente fino a quando il gorgonzola non si sarà sciolto e la consistenza risulterà densa e cremosa. Siamo pronti per impiattare.

Consigli per la mise en place

Adagiamo un coppapasta (clicca per una versione robusta e conveniente su Amazon) al centro del piatto e riempiamolo di carne incavandola leggermente al centro. Apriamo le uova, separiamo l’albume dal tuorlo quindi adagiamo quest’ultimo al centro della tartare. Saliamo e pepiamo il tuorlo e spolveriamo di erba cipollina tritata al momento. Togliamo il coppapasta e completiamo il piatto con dei pezzi di pane Carasau e con la crema di gorgonzola.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!

 

 




Cheesecake light agli agrumi e zenzero

Cheesecake light agli agrumi e zenzero

Cheesecake light agli agrumi e zenzero

Avete presente quell’irrefrenabile voglia di dolce o salato che ogni tanto ci assale? Visto il risultato delle ultime prove costume (mi stavano bene solo le ciabatte), meglio rinunciare tassativamente….oppure no! Basta preparare qualcosa che soddisfi il palato ma non intacchi la linea. Facile a dirsi direte voi ma poi? Bene, oggi ci cimenteremo nella preparazione di una squisita e leggerissima Cheesecake light agli agrumi e zenzero. Dolcezza ed un pizzico di salato (che nei dolci non guasta mai) e nessun rimorso, meglio di così…pochi ingredienti, per preparare, in men che non si dica, una squisita Cheesecake da gustare bella fresca a merenda o colazione. Vediamo quindi cosa ci occorre. 

Ingredienti per 4 persone

 

200 gr di cracker’s
45 gr di burro
4 vasetti di yogurt greco
Marmellata di agrumi e zenzero
Nonna Concetta q.b.

Procedimento

Per preparare la Cheesecake light agli agrumi e zenzero, dobbiamo iniziare col tritare i cracker’s. Mettiamoli in un mixer e riduciamoli in polvere. Sciogliamo il burro ed uniamolo ai cracker’s quindi amalgamiamoli fino ad ottenere un composto omogeneo.

Dividiamo la base delle cheesecake negli stampini e compattiamola con l’aiuto di un cucchiaio. Terminata quest’operazione, mettiamo in frigo per almeno 30′ in modo da farla compattare per bene. Trascorso il tempo di riposo, riempiano ciascun stampino con un vasetto di yogurt greco, livelliamo e completiamo con la marmellata di agrumi e zenzero Nonna Concetta.

Consigli per la mise en place

Togliamo le Cheesecake light agli agrumi e zenzero dagli stampini, decoriamole con una Noce Pecan, una fettina di zenzero fresco ed un ricciolo di buccia di limone. Serviamo la cheesecake ben fresca.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!

 

 

 




Spadaburger

Spadaburger

Immaginate di mangiare un profumato piatto di pasta con pesce spada, menta, capperi ed olive. Buono vero? Adesso pensate di reinventarlo e di renderlo più friendly per una simpatica serata fra amici o per un incontro assolutamente informale. Curiosi? Mi sono preso la briga di rivoluzionare l’idea iniziale mantenendo, però, invariati gli ingredienti che compongono il piatto ed ho pensato ad uno squisito Spadaburger. Ottimo e succoso farà sicuramente colpo fra i vostri invitati per un effetto WOW assicurato. A questo punto, non ci resta che vedere come procedere.

Ingredienti per 4 persone

4 pagnottine di farina integrale di Tumminia ai semi
500 gr di pesce spada
2 pomodori
1 mazzetto di prezzemolo
8 foglie di misticanza
1 cipolla rossa di Tropea
2 cucchiai di maionese
100 gr di Pecorino Ragusano d.o.p.
Menta q.b.
2 cucchiai di capperi
9 olive nere
Sale, pepe ed olio e.v.o. q.b.

Procedimento

Iniziamo la preparazione del nostro Spadaburger tritando il pesce spada. Tagliamo le fette a striscioline quindi iniziamo a ricavare dei dadini che successivamente provvederemo a tritare col coltello. Mettiamo lo spada in una boule quindi saliamo e pepiamo. Tritiamo il prezzemolo ed aggiungiamolo al pesce. Uniamo due cucchiai d’olio quindi amalgamiamo il tutto, copriamo con della pellicola e lasciamo in frigo, per almeno 30′, ad insaporire. Nel frattempo affettiamo il Pecorino Ragusano d.o.p., il pomodoro e la cipolla di Tropea e mettiamo da parte. Laviamo le foglie di misticanza e mettiamo anche queste ultime da parte. Prepariamo la prima salsa d’accompagnamento al nostro Spadaburger unendo la maionese e le foglie di menta.

Con l’aiuto di un frullatore ad immersione, frulliamo fino ad ottenere un composto omogeneo quindi mettiamo la nostra maionese alla menta da parte. Snoccioliamo le olive ed uniamole ad i capperi precedentemente dissalati quindi cominciamo a frullare aggiungendo olio a filo fino a quando non avremo ottenuto una salsa. Mettiamo anche l’emulsione di capperi ed olive da parte.

Trascorso il tempo di riposo, prendiamo il nostro pesce spada ed iniziamo a dar forma ad i nostri hamburger. Poggiamoli e lasciamo che riposino qualche altro minuto in modo da mantenere la forma. Tostiamo il pane e mettiamolo da parte. Su di una padella ben calda e foderata di carta forno per una cottura meno “traumatica”, iniziamo a far cuocere i nostri hamburger di pesce spada.

Quando avranno preso colore (circa un paio di minuti), giriamoli e copriamoli con un coperchio in modo da farli cuocere sino al cuore e mantenerli umidi e succosi al centro per altri 2-3′. Iniziamo a spalmare le salse sul pane. Sulla parte superiore metteremo la maionese alla menta e su quella inferiore l’emulsione di olive e capperi. Adagiamo, su quest’ultima, due foglie di misticanza.

Prendiamo il formaggio ed adagiamolo sullo Spadaburger, aggiungiamo un cucchiaio d’acqua nella padella e copriamo subito in modo che il vapore termini la cottura dell’hamburger di pesce e faccia sciogliere uniformemente il formaggio. Quando il Pecorino sarà ben sciolto, togliamo il pesce dalla padella ed agiamolo sulla misticanza. Completiamo con le fette di pomodoro e la cipolla di Tropea. Possiamo servire.

Consigli per la mise en place

Dopo aver composto il panino, fermiamolo con uno spiedo in bamboo in modo che mantenga la forma. Trattandosi di un pasto informale, lo Spadaburger può essere tranquillamente servito su dei piattini di carta ecologica quadrati delle dimensioni perfette per poter accogliere la base del panino.
Se preferite potete aggiungere allo Spadaburger anche delle fette di melanzana arrostita, renderanno il panino ancora più goloso e saporito.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!


 




Crocchette di patate con scamorzine affumicate

Crocchette di patate con scamorzine affumicate

Crocchette di patate con scamorzine affumicate

Le Crocchette di patate con scamorzine affumicate, sono delle squisite palline croccanti fuori, morbide e saporite dentro con una sorpresa gustosa e filante al centro. Possono essere un delizioso antipasto ma sono perfette anche come finger food per un aperitivo informale. Queste palline dorate sono semplici da preparare, non richiedono alcuna particolare maestria, vi basteranno delle patate novelle bio (meglio se di assoluta qualità come quelle di Natura in Casa) ed altri pochi ingredienti per portare in tavola, in men che non si dica, queste leccornie. Vediamo cosa ci occorre.

Ingredienti per 4 persone

 

1 Kg di patate novelle
2 uova
50 gr di pecorino romano
10 scamorzine affumicate
Farina e pangrattato q.b.
Sale, pepe e noce moscata q.b.
1l di olio di semi

Procedimento

Per preparare le Crocchette di patate con scamorzine affumicate, dobbiamo lessare le patate. Dopo averle lavate, immergiamole in acqua fredda, accendiamo la fiamma e facciamole cuocere per circa 50′ e comunque fino a quando, con la prova forchetta, non riscontreremo che saranno cotte. Lasciamole freddare quindi peliamole e schiacciamole in una boule con l’aiuto di uno schiacciapatate o con con una forchetta. Saliamo, pepiamo e grattugiamo la noce moscata quindi mescoliamo per bene.

Aggiungiamo un uovo ed amalgamiamolo per bene al resto dell’impasto. Grattugiamo il pecorino ed incorporiamolo al resto degli ingredienti. Appena avremo ottenuto un impasto omogeneo, potremo passare alla fase successiva. Prendiamo un pugnetto di patata e lavoriamola qualche secondo tra le mani per compattarla quindi premiamola al centro in modo da ricavare un incavo.

Adagiamo al centro dell’impasto una scamorzina e richiudiamolo su stesso la patata passandola tra le mani in modo da darle una forma tonda. Procediamo così fino ad esaurire tutti gli ingredienti. Prepariamo la farina, il pangrattato e l’uovo avanzato. Sbattiamolo leggermente ed uniamo un pizzico di sale.

Prendiamo le nostre Crocchette di patate e passiamole dapprima nella farina quindi nell’uovo ed infine nel pangrattato e mettiamo da parte.

Continuiamo così fino al termine delle Crocchette di patate in modo che risultino tutte ben panate. Mettiamo a scaldare l’olio in una cocotte. Appena sarà ben caldo (inserendo uno stecchino vedremo formarsi delle bollicine) iniziamo a friggere le Crocchette. Facciamole dorare per circa 3-4′ per lato quindi, appena risulteranno ben colorate, trasferiamole su dei fogli di carta assorbente in modo da togliere l’olio in eccesso. Saliamole leggermente in superficie e prepariamoci a servire.

Consigli per la mise en place

Disponiamo le nostre Crocchette di patate a piramide al centro del piatto, accompagniamoli con dei tovagliolini per dar modo a ciascuno di potersi servire autonomamente. Serviamole calde in modo che il cuore risulti filante.
Se preferite potete optare per un ripieno fatto di ciliegine di mozzarella o, più goloso per i bambini, con del prosciutto avvolto su dei bocconcini di mozzarella.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!

 

 




Insalata di fagiolini tonno e ceci

Insalata di fagiolini tonno e ceci

Insalata di fagiolini tonno e ceci

Ormai l’estate è alle porte e l’ideale per combattere il caldo è quello di mangiare pietanze fresche e gustose. Cosa c’è di meglio, allora, di un’Insalata di fagiolini tonno e ceci? Se poi la prepariamo con ingredienti genuini ed appena colti, sarà il massimo!  Per questo ringraziamo Natura in Casa che ci consente di portare in tavole sempre prodotti appena colti, bio e gustosissimi. Ricca di sapore, fresca e nutriente. Perfetta da portare in ufficio per un pranzo leggero ma anche da mangiare a casa in buona compagnia. Può essere un delizioso contorno da abbinare indifferentemente sia alla carne che al pesce. Insomma, eclettica, leggera e gustosa, cosa chiedere di più? Prepariamola assieme.

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr di ceci lessi
100 gr di tonno sott’olio fatto in casa
4 olive nere
4 pomodorini ciliegino
200 gr di fagiolini freschi
4 foglie di basilico appena colto
Sale, pepe ed olio e.v.o. q.b.
1 limone

Procedimento

Per preparare la nostra Insalata di fagiolini tonno e ceci, dobbiamo lessare le verdure. Iniziamo con i ceci per i quali troverete il procedimento per lessarli qui. Procediamo adesso con i fagiolini. Iniziamo col mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua e quando inizierà a bollire, aggiungiamo un pizzico di sale quindi immergiamoci i fagiolini precedentemente sciacquati. Lasciamoli sbollentare per 15′ quindi scoliamoli e mettiamoli da parte. In una insalatiera iniziamo col mettere i ceci sgocciolati, continuiamo col tonno precedentemente sgranato con una forchetta. Tagliamo a spicchi il ciliegino ed aggiungiamolo ai primi ingredienti.

Snoccioliamo le olive e tritiamole grossolanamente. Aggiungiamole quindi al resto degli ingredienti. Tagliamo a listarelle il basilico ed a pezzetti i fagiolini. Condiamo con olio, sale, pepe ed un cucchiaio di succo di limone e mescoliamo per bene. Copriamo infine con della pellicola e mettiamo in frigo per qualche ora in modo da far insaporire il tutto.

Consigli per la mise en place

Prima di servire la nostra Insalata di fagiolini tonno e ceci, dobbiamo farle riprendere un po’ di temperatura uscendola 30′ prima di servirla dal frigo. Mescoliamo per bene gli ingredienti in modo che si amalgamino per bene, aggiungiamo, se necessario, un filo d’olio e decoriamo con delle foglie di basilico fresco.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!

 


 




Focaccia rustica

Focaccia rustica integrale con giri e ricotta

Focaccia rustica

Una Focaccia Rustica è perfetta per trascorrere un momento informale in compagnia se poi è possibile preparala in casa con ingredienti genuini, freschissimi ed appena colti, allora il gusto sarà sicuramente impareggiabile. Grazie a Natura in Casa abbiamo l’opportunità di farcire la nostra Focaccia proprio con questo tipo di ingredienti oltre a dei formaggi freschissimi dal sapore inimmaginabile. Pensate adesso al profumo che pervade casa quando la nostra “Rustica” sarà appena sfornata con la farcia che sprigiona tutto il suo sapore appena si addenta. Io ho già l’acquolina e voi? Vediamo come prepararla.

Ingredienti per 4 persone

 

Per la Focaccia Rustica:
250 gr. di farina di Russello
250 gr di farina Manitoba
350 ml di acqua
2 cucchiai di crusca
10 gr di zucchero
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai di olio
Lievito
7 olive nere
½ cipolla bianca piatta

Per la Farcia:

2 mazzi di giri appena colte
1 spicchio d’aglio
200 gr di ricotta di pecora fresca
150 gr di caciocavallo fresco
Sale, pepe ed olio e.v.o. q.b.

Focaccia

Per preparare una squisita Focaccia rustica, dobbiamo iniziare dall’impasto. Amalgamiamo tutti gli ingredienti tranne le olive e la cipolla e lavoriamo l’impasto per almeno 20′ ripiegandolo più volte su se stesso fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico quindi pirliamolo (diamo una forma tonda), ungiamo un contenitore con dell’olio ed adagiamoci al centro il panetto ottenuto. Copriamo con della pellicola e lasciamo che lieviti (volendo è possibile prepararlo il giorno prima e metterlo a lievitare in frigo, basterà uscirlo mezza giornata prima dell’utilizzo in modo che riprenda temperatura e continui a lievitare) per 4-6 ore.

Procedimento

Nel frattempo che la Focaccia Rustica lievita, mettiamo uno spicchio d’aglio ed un cucchiaio d’olio in una padella, facciamolo dorare quindi aggiungiamo i giri. Facciamole saltare per 10-15′, rigirandole di tanto in tanto, aggiungendo un pizzico di sale in modo che si liberino dell’acqua in eccesso. Nel frattempo, affettiamo la cipolla in fette sottili e mettiamola da parte.

Snoccioliamo le olive e tagliamole a metà quindi mettiamo anche queste da parte. Tagliamo il caciocavallo a cubetti e controlliamo i giri che dovrebbero essere ormai pronti. Mettiamo tutti gli ingredienti così preparati da parte.

Stendiamo l’impasto della Focaccia Rustica su di una teglia 40×30 premendo con i polpastrelli dal centro verso l’esterno per allargarlo e non rovinare le bolle d’aria che si saranno formate durante la lievitazione. Mettiamo delicatamente olive e cipolla sulla superficie ed ungiamola con un filo d’olio. Copriamo e lasciamo che lieviti ancora un paio d’ore. Trascorso il tempo di lievitazione, inforniamo, a forno preriscaldato a 250°, per 15′ circa e comunque sino a quando la superficie non risulterà dorata. Appena la nostra Focaccia Rustica risulterà cotta, sforniamola e togliamola subito dalla teglia per evitare che si formi dell’umidità alla base. Tagliamola in due per la lunghezza ed iniziamo a farcire. Iniziamo con un filo d’olio quindi aggiungiamo i giri saltati, la ricotta, i cubetti di caciocavallo, una macinata di pepe ed un altro filo d’olio. Richiudiamo la Focaccia  Rustica ed inforniamo per 5′ a forno caldo ma spento. Possiamo servire.

Consigli per la mise en place

Tagliamo la Focaccia Rustica in quadrotti dopo aver provveduto ad eliminarne i bordi quindi adagiamoli su di un vassoio e portiamo in tavola ben caldi.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!

 

 




Finger di lattuga canasta

Finger di lattuga canasta

I finger sono degli stuzzichini da aperitivo o da utilizzare come antipasti e da mangiare in un sol boccone. Questa loro peculiarità li rende perfetti per creare dei piccoli capolavori belli da vedere. La parte più difficile, però, è dare a questi bocconcini un sapore eccezionale in modo che ogni boccone possa essere considerato un’esplosione di gusto. Grazie alla qualità dei prodotti di Natura in Casa ed ad un pizzico di fantasia, ecco nascere dei finger di lattuga canasta con una serie di sapori squisiti che si susseguono in bocca appena vengono masticati. Vediamo cosa ci occorre per preparare questa prelibatezza.

Ingredienti per 4 persone

 

10 foglie di lattuga canasta
200 gr di ricotta fresca di pecora
3 olive nere
4 foglie di basilico appena colto
150 gr di caciocavallo fresco
3 fili di erba cipollina
Sale ed olio e.v.o. q.b.
Pepe e Paprika piccante q.b.
Semi di sesamo q.b.

Procedimento

Per preparare i nostri Finger di lattuga canasta, dobbiamo inizialmente mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua. Quando inizierà a sobollire, aggiungiamo un pizzico di sale ed un cucchiaino d’olio quindi immergiamoci le foglie di lattuga canasta precedentemente sciacquate. Lasciamole sbollentare per 2′ quindi scoliamole e mettiamole su di un foglio di carta assorbente in modo che si asciughino per bene.

Nel frattempo, tagliamo a dadini il caciocavallo e snoccioliamo le olive. Tagliamo queste ultimi in quarti e le foglie di basilico a listarelle. Appena le foglie di lattuga canasta saranno pronte, allarghiamone una per bene su di un tagliare quindi adagiamoci al centro un cucchiaino di ricotta, un cubetto di caciocavallo, un pezzo di oliva ed un po’ di basilico. Richiudiamo l’involtino e mettiamolo da parte. Procediamo alla stessa maniera per le restanti foglie di lattuga canasta. Siamo pronti per completare i nostri finger.

Consigli per la mise en place

Adagiamo i nostri Finger di lattuga canasta dentro degli appositi bicchierini da finger, spolveriamo con pepe appena macinato, paprika piccante ed i semi di sesamo. Completiamo con l’erba cipollina e la forchettina da finger food.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!

 


 




Stufato belga alla birra

Stufato belga alla birra

Stufato belga alla birra

Lo Stufato belga alla birra, è uno di quegli irrinunciabili comfort food che uniscono le persone attorno ad un piatto caldo, corposo e ricco di gusto. Pochi ingredienti, sapientemente combinati fra di loro, rendono unico questo piatto. Semplicissimo nella realizzazione richiede solamente un po’ di tempo per la cottura in modo da esaltarne il sapore e rendere indimenticabile l’esperienza al palato. Fra le varie birre ho trovato che la Guinness fosse quella che si sposasse meglio con questa portata per via del suo gusto particolare. Se non la trovate, optate pure per una birra diversa ma cercate di sceglierne comunque una che non sia bionda. Vediamo cosa ci occorre per preparare questa delizia.

Ingredienti per 4 persone

 

1 Kg di carne da stufato
2 fette di pane casareccio
Senape all’antica q.b.
1 e ½ cipolla bianca
1 cucchiaio di farina
3 foglie di salvia
1 noce di burro
1 lattina di Guinness da 33 cl
Sale ed olio e.v.o. q.b.
1 foglia di alloro

Procedimento

Per preparare il nostro Stufato belga alla birra, dobbiamo mettere, in una cocotte di terracotta, il burro unitamente ad un cucchiaio di olio. Facciamo sciogliere a fuoco dolce e, quando inizierà a schiumare, aggiungiamo la carne tagliata a cubi ed alziamo la fiamma in modo da farla rosolare a fuoco vivace.

Nel frattempo, affettiamo la cipolla in modo da ricavarne delle fettine molto sottili. Appena la carne avrà preso colore, togliamola dalla cocotte e versiamo, nel fondo di cottura, la cipolla. Facciamola cuocere per 10-15′ in modo da farla ammorbidire.

Appena la cipolla risulterà ben stufata, uniamo la carne messa da parte in precedenza, mescoliamo ed aggiungiamo la farina. Amalgamiamo bene quest’ultima quindi versiamo la birra. Finiamo di coprire lo stufato con dell’acqua in modo da superare appena il livello della carne.

Regoliamo di sale ed aggiungiamo la salvia e l’alloro. Copriamo col coperchio e lasciamo andare a fuoco medio. Prepariamo le fette di pane. Priviamole della crosta in modo da utilizzare solamente la mollica che ci aiuterà a far addensare il nostro stufato. Ricopriamo entrambe le fette con una generosa dose di senape all’antica quindi immergiamole nello stufato con la parte condita verso il basso. Copriamo nuovamente col coperchio e facciamo cuocere per 2h – 2h e 30′. Trascorso il tempo di cottura la carne risulterà morbidissima e la salsa densa. Possiamo servire.

Consigli per la mise en place

Serviamo il nostro Stufato belga alla birra ben caldo direttamente nella cocotte di terracotta posizionandolo al centro della tavola in modo tale che ogni commensale possa servirsi da solo. Accompagniamo lo stufato con del pane casareccio magari preparato in casa.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!

 




Tagliatelle di Timilia carciofi e ricotta su crema di carciofi

Tagliatelle di Timilia con carciofi e ricotta su crema di carciofi

Le Tagliatelle di Timilia con carciofi e ricotta su crema di carciofi, sono un primo ricco, corposo e gustoso. L’uso di ingredienti di qualità donano a questa portata un sapore inconfondibile. Anche i gambi, normalmente scartati, diventano parte integrante della preparazione e della presentazione (non si butta via niente). Grazie a Natura In Casa abbiamo avuto la possibilità di abbinare ingredienti bio appena colti (carciofi Thema bio) e di altissima qualità (ricotta di pecora bio appena prodotta). Completa il piatto uno squisito Primintio bio dal sapore intenso che ben si sposa, grazie al contrasto con gli altri ingredienti, col piatto preparato. Pochi e semplici ingredienti per un primo squisito. Vediamo cosa ci occorre per prepararlo.

Ingredienti per 4 persone

350 gr di Tagliatelle di Timilia
100 gr di ricotta di pecora bio
3 carciofi
1 limone
Primintio bio q.b.
1 scalogno
1 mazzetto di prezzemolo
Sale, pepe ed olio e.v.o. q.b.

Procedimento

Iniziamo la preparazione delle nostre Tagliatelle di Timilia carciofi e ricotta su crema di carciofi, pulendo questi ultimi. Togliamo le foglie più esterne e dure e lasciando quelle più tenere. Tagliamo i carciofi a metà, togliamo la barbetta centrale ed infine tagliamoli a fettine mettendoli poi a bagno in acqua e limone per evitare che si anneriscano. Puliamo adesso i gambi e tagliamoli a tocchetti quindi mettiamo anche questi in acqua. Mettiamo sul fuoco una pentola piena d’acqua e portiamola a bollore quindi saliamola e tuffiamoci dentro i tocchetti di gambo e facciamoli cuocere per 15′. Nel frattempo, tritiamo la cipolla e mettiamola in una casseruola con un cucchiaio d’olio e facciamola appassire a fiamma dolce.

Appena la cipolla sarà pronta, mettiamo i carciofi sgocciolati, un pizzico di sale e di pepe e facciamoli insaporire per 2′ a fiamma vivace. Aggiungiamo 1/2 bicchiere d’acqua, copriamo e lasciamo cuocere per 5′ a fiamma media.

Con l’aiuto di una schiumarola scoliamo i gambi quindi aggiungiamo un mestolo d’acqua di cottura e frulliamo con l’aiuto di un frullatore ad immersione sino a quando non sarà liscia ed omogenea. Regoliamo di sale e mettiamo da parte. Facciamo cuocere la pasta nell’acqua di cottura dei gambi quindi scoliamola al dente ed uniamola alla base in casseruola. Mantechiamo unendo la ricotta ed il prezzemolo tritato e prepariamoci a servire.

Consigli per la mise en place

Su di un lato del piatto stendiamo la crema di carciofi, adagiamoci sopra la pasta quindi completiamo con delle scaglie di Primintio bio, una spolverata di pepe appena macinato ed un filo d’olio a crudo.

Adesso provate voi a preparare questo piatto ed a farcelo vedere! Pubblicate le Vostre foto sulla nostra pagina Facebook o su Twitter ed Istagram utilizzando l’hashtag #casacostantino!

Buon appetito!!!!!